Lun-Ven: 08:30 - 13:00 / 14:00 - 17:30

Robotica: il progetto Istituto Nazionale Fisica Nucleare

Controllo autonomo nella ricerca nucleare

DSG Automation ha recentemente acquisito, a seguito della partecipazione ad una gara pubblica, un ordine di lavoro dall’Istituto Nazionale Fisica Nucleare (INFN) presso la sede di Legnaro (PD) . L’ attività prevede la presa in carico di un prototipo autonomo, basato su AGV e robot cartesiani e sviluppato dai ricercatori dell’ Università di Padova,  per implementare nei sistemi di controllo esistenti delle modifiche e migliorie che consentano l’ industrializzazione del progetto attuale.

Il progetto prevede la movimentazione e lo stoccaggio in ambiente protetto di materiale utilizzato per test di fisica nucleare. Il prototipo sviluppato prevede la gestione in autonomia delle varie attività senza il presidio dell’ operatore, il quale può verificare il corretto funzionamento del sistema rimanendo all’ esterno del “hazardous area” e visualizzando le fasi di lavoro per mezzo di telecamere che monitorano l’ intera zona. Le telecamere dell’impianto sono collegate al sistema SCADA di supervisione centrale, il quale permette la gestione in multimonitor dell’ intero processo ed è collegato con i PLC di controllo i quali gestiscono il controllo della navetta AGV e dei robot cartesiani di presa e movimentazione materiale inquinato.

L’ acquisizione di questa commessa è particolarmente stimolante per DSG Automation, in quanto permette al nostro staff tecnico di collaborare con ricercatori di comprovato spessore internazionale (INFN collabora con i maggiori laboratori di ricerca del settore, in primis il CERN di Ginevra) in un settore altamente tecnologico come quello della ricerca nella fisica nucleare.

 

automazione settore nucleare

 

Dati tecnici dell’architettura di controllo impianto

Relativamente alla sezione di controllo dell’ impianto l’ architettura prevista è di tipo misto:

  • la navetta AGV è controllata da un PLC serie S7 di Siemens di tipologia “safety” che si trova a bordo della navetta stessa, il suo compito è quello di prendere gli ordini di movimentazione dal sistema di controllo centrale e portare il robot cartesiano posizionato sopra di esso nella postazione definita.
  • il robot cartesiano, installato a bordo della navetta, è un posizionatore a 3 assi X-Y-Z, gestito da un PLC serie M340 di Schneider Electric, che controlla la movimentazione lineare mediante dei driver Altivar pilotati in protocollo CanBus.
  • il robot cartesiano che gestisce il magazzino di stoccaggio del materiale inquinato è il “gemello” del precedente relativamente all’ architettura di controllo, quindi ancora PLC serie M340 di Schneider Electric per la gestione del controllo e assi lineari pilotati da driver Altivar in CanBus.
  • lo SCADA di controllo è sviluppato su piattaforma Vijeo Citect di Schneider Electric, con visualizzazione in multimonitor per permettere l’ accesso contemporaneo dell’ operatore esterno al “hazardous area” a più sezioni dell’ impianto.
  • i collegamenti per la sezione di automazione di campo sono in protocollo CanBus, mentre per lo scambio dati tra i controllori e lo SCADA sono in protocollo Modbus TCP/IP.

 

automazione settore nucleare

 

Torna Indietro

 

Articoli correlati

Demo applicativo automazione industriale robotica con strumentazione Omron Adept

Nello scorso mese di Luglio 2018, DSG Robotics ha definito un rapporto di collaborazione con Omron, uno dei player di […]

Robotica : il progetto “Isola di saldatura” in Slovacchia

Robotica ed automazione per la saldatura delle lamiere DSG ha recentemente sviluppato ed installato con successo in Slovacchia delle applicazioni […]

Automazione Industriale e Robotica: nasce oggi la divisione tecnologica DSG

Robotica: nasce DSG Robotics , la nuova sfida industriale per lo staff di DSG 11 ottobre 2017 : viene costituita […]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *